Funghi commestibili e non commestibili su gambe lunghe e sottili con cappucci bianchi, marroni e altri

Alcuni funghi di bosco crescono su gambe così sottili che possono essere danneggiati al minimo tocco. Raccogli molto attentamente corpi fruttiferi così fragili, cercando di non rompere il cappuccio. Tra i funghi commestibili su gambe sottili si possono distinguere vari tipi di russuli; si trovano anche corpi fruttiferi con caratteristiche simili tra il carico.

Russula su gambe sottili

Russula verde (Russula aeruginea).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: inizio luglio - fine settembre

Crescita: singolarmente e in gruppo

Descrizione:

Il gambo è cilindrico, bianco, con macchie bruno-ruggine, la buccia è facilmente asportabile per 2/3 del raggio del cappello.

Il cappuccio è verde, convesso o depresso, appiccicoso.

La polpa è friabile, bianca, con sapore amaro, il bordo del cappello è solcato, i piatti sono frequenti, aderenti, bianchi, poi cremosi giallastri, talvolta con macchie rugginose.

Un buon fungo commestibile, usato fresco (si consiglia di lessarlo per eliminare l'amaro) e salato. È meglio raccogliere funghi giovani con un bordo abbassato.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle latifoglie, miste (con betulle), a volte nelle foreste di conifere, nelle giovani foreste di betulle, su terreni sabbiosi, nell'erba, nel muschio, ai margini della foresta, vicino ai sentieri.

Russula gialla (Russula claroflava).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà luglio - fine settembre

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi

Descrizione:

Le placche sono aderenti, frequenti, gialle.

Il cappello è di colore giallo brillante, asciutto, convesso o piatto.

La zampa è bianca, liscia, grigia con l'età, la buccia è ben rimossa solo lungo il bordo del cappello, la polpa è cotonosa, bianca, giallo-arancio sotto la pelle, si scurisce al taglio.

Questo fungo commestibile dal gambo bianco sottile viene utilizzato fresco (dopo l'ebollizione) e salato. Quando è bollita, la polpa si scurisce. È meglio raccogliere funghi giovani con un bordo abbassato.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste umide di latifoglie (con betulle) e di betulle, ai margini delle paludi, nel muschio e nei mirtilli. Forma la micorriza con la betulla.

Russula blu-gialla (Russula cyanoxantha).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà giugno - fine settembre

Crescita: singolarmente e in gruppo

Descrizione:

Il cappello è secco o appiccicoso, verdastro o brunastro al centro, viola-grigio, viola-viola o grigio-verde lungo il bordo, la pelle viene rimossa per 2/3 del raggio del cappello.

La gamba è prima densa, poi vuota, bianca.

La polpa è bianca, talvolta con sfumature violacee, forte, non pungente. I piatti sono frequenti, larghi, a volte ramificati, setosi, bianchi. La polpa è cotonosa nel gambo.

Il meglio di russula. Si usa fresco (previa bollitura), salato e in salamoia.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste decidue e miste (con betulle, querce, pioppi tremuli).

La russula è brucia-caustica (Russula emetica).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà luglio - ottobre

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi

Descrizione:

Il cappello è convesso, disteso, leggermente depresso, appiccicoso, brillante, dai toni rossi Il cappello dei giovani funghi è sferico.

La polpa è fragile, bianca, rossastra sotto la pelle, con un sapore bruciante, la pelle può essere facilmente rimossa.

Le placche sono di media frequenza, larghe, aderenti o quasi libere, la gamba è cilindrica, fragile, bianca.

Questo piccolo fungo dal gambo sottile non è commestibile a causa del suo sapore amaro. Secondo alcuni rapporti, può causare disturbi del tratto gastrointestinale.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di latifoglie e di conifere, in luoghi umidi, vicino alle paludi.

Bile russula (Russula fellea).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: Giugno - settembre

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi

Descrizione:

Il cappello è inizialmente convesso, poi semifranto, depresso al centro, giallo paglierino, il bordo è prima liscio, poi rigato.

La polpa è di colore bianco-giallastro giallo paglierino, pungente, amara Le placche aderenti al gambo, frequenti, sottili, dapprima biancastre, poi giallo chiaro.

Il gambo è regolare, sciolto, con una cavità in età avanzata, biancastro, di colore giallo paglierino nella parte inferiore, la buccia è facilmente asportabile solo lungo i bordi.

Le informazioni sulla commestibilità sono contraddittorie. Secondo alcuni rapporti può essere utilizzato salato previo ammollo prolungato.

Ecologia e distribuzione:

Forma micorriza con il faggio, meno spesso con la quercia, l'abete rosso e altre specie di alberi. Cresce in vari tipi di foreste su suoli acidi drenati, spesso in zone collinari e montuose.

Rusula fragile (Russula fragilis).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà agosto - ottobre

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi

Descrizione:

I piatti sono ben aderenti, relativamente spargoli, la polpa è bianca, molto friabile, dal sapore pungente.

Il cappello è viola o rosso violaceo, a volte verde oliva o addirittura giallo chiaro, convesso o depresso.

La gamba è bianca, fragile, leggermente clavata.

Le informazioni sulla commestibilità sono contraddittorie. Secondo i dati domestici, può essere utilizzato salato dopo l'ebollizione con un decotto di scolo. È considerato immangiabile nelle fonti occidentali.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di conifere e latifoglie (con betulle), in luoghi umidi, ai margini della foresta, nei cespugli.

La russula di Mayra (Russula mairei), velenosa.

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae).

Stagione: autunno estivo

Crescita: in gruppo e singolarmente

Descrizione:

La polpa è densa, friabile, bianca, con un odore di miele o cocco.

Il cappello è scarlatto brillante, convesso o piatto, appiccicoso in caso di pioggia.

Fusto liscio, biancastro, leggermente clavato Le placche sono relativamente sparse, fragili, strettamente aderenti, bianche con sfumature bluastre.

La più velenosa della russula; provoca disturbi gastrointestinali.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste decidue e miste su foglie cadute e anche su tronchi marci, su terreno drenato. Ampiamente distribuito nelle faggete dell'Europa e nelle regioni adiacenti dell'Asia.

Russula ocra pallido (Russula ochroleuca).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: fine agosto - ottobre

Crescita: singolarmente e in gruppo

Descrizione:

Il cappello è liscio, giallo ocra, convesso, poi prostrato.

La polpa è densa, friabile, bianca, leggermente più scura al taglio, dal sapore pungente.

Il gambo è a botte, forte, biancastro, con una tinta marrone. La base del gambo diventa grigia con l'età. Le placche sono aderenti, relativamente frequenti, bianche.

Fungo condizionatamente commestibile. Usato fresco (dopo l'ebollizione) e salato.

Ecologia e distribuzione:

Questo fungo dal gambo sottile con una sfumatura marrone cresce nelle foreste di conifere (abete rosso) e di latifoglie umide (con betulle, querce), nel muschio e sulla lettiera. Più comune nelle regioni meridionali della zona forestale.

Marsh russula (Russula paludosa).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà luglio - ottobre

Crescita: singolarmente e in gruppo

Descrizione:

Il cappello è carnoso, convesso, leggermente depresso al centro, con un bordo smussato Le placche sono debolmente aderenti, frequenti, a volte ramificate, bianche o buffe.

La buccia del cappello è secca, di colore rosso scuro al centro, rosa brillante lungo il bordo, la polpa è bianca, densa di funghi giovani, poi sciolta, con odore fruttato.

Il fusto è clavato o fusiforme, duro, a volte cavo, tomentoso, rosa o bianco.

Funghi commestibili. Usato fresco (dopo l'ebollizione) e salato.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di conifere (con pino) e miste (pino-betulla), in luoghi umidi, ai margini delle paludi, su suoli sabbiosi-torbiosi, nel muschio, nei mirtilli.

Maiden russula (Russula puellaris).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà agosto - ottobre

Crescita: in gruppo e singolarmente

Descrizione:

La polpa è fragile, biancastra o giallastra, il cappello è inizialmente convesso, poi prostrato, a volte leggermente depresso, giallastro o grigio brunastro, il bordo del cappello è sottile, a coste.

Il gambo è leggermente allargato verso la base, solido, poi cavo, fragile, biancastro o giallastro.

Le placche sono frequenti, sottili, aderenti, bianche, poi gialle.

Funghi commestibili. Usato fresco (dopo l'ebollizione).

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di conifere e meno spesso di latifoglie.

Russula turca (Russula turci).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: Luglio-ottobre

Crescita: singolarmente e in gruppo

Descrizione:

Il cappello è rosso vino, nero o arancione, lucido, la forma del cappello è prima semisferica, poi depressa, le placche sono aderenti, rare, bianche o giallastre.

La gamba è clavata, bianca.

La polpa è friabile, bianca con odore fruttato.

Funghi commestibili.

Ecologia e distribuzione:

Trovato nelle foreste di conifere montuose dell'Europa e del Nord America. Forma micorriza con pino e abete.

Russula alimentare (Russula vesca).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà luglio - fine settembre

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi

Descrizione:

Il cappello è piatto-convesso, rosa, rossastro, brunastro, di colore non uniforme Le placche sono frequenti, della stessa lunghezza, bianche o giallastre.

Gambo, denso, ristretto verso la base, bianco; la pelle non raggiunge 1-2 mm dal bordo del cappello, viene rimossa fino alla metà.

La polpa è biancastra, densa, non piccante o leggermente piccante nel gusto, i piatti sono frequenti, ben aderenti, bianco crema, talvolta ramificati biforcuti.

Una delle russule più deliziose. Usato fresco (previa bollitura) nei secondi piatti, salato, in salamoia, essiccato.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di latifoglie e latifoglie (con betulle, querce), meno spesso nelle conifere, in luoghi luminosi, nell'erba.

Russula verdastra (Russula virescens).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà luglio - metà ottobre

Crescita: singolarmente e in gruppo

Descrizione:

Il gambo è bianco, con squame brunastre alla base.

Il cappello è carnoso, opaco, giallo o blu-verde, nei funghi giovani è emisferico Il cappello dei funghi maturi è spalmato La pelle non si stacca, spesso si screpola.

La polpa è biancastra, densa, non piccante o alquanto pungente nel gusto, i piatti sono frequenti, ben aderenti, bianco crema, a volte biforcuti.

Una delle russule più deliziose. Usato fresco (dopo l'ebollizione), salato, in salamoia, essiccato.

Ecologia e distribuzione:

Cresce in boschi di latifoglie, misti (con betulle, querce), in luoghi luminosi. Distribuito nelle regioni meridionali della zona forestale.

Russula marrone (Russula xerampelina).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà luglio - ottobre

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi

Descrizione:

Il cappello è largo, bordeaux, marrone o oliva, più scuro al centro.

La polpa è bianca, al taglio vira al bruno, odora di gambero o di aringa, i piatti sono aderenti, bianchi, virano al marrone con il passare del tempo.

Il gambo è bianco, a volte con una sfumatura rossastra, diventa ocra o brunastro con l'età, i cappelli dei funghi giovani sono emisferici.

Usato salato, in salamoia, a volte fresco (previa bollitura per eliminare gli odori sgradevoli).

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di conifere (pini e abeti rossi), latifoglie (betulle e querce).

Altri funghi con gambe sottili

Podgruzdok bianco (Russula delica).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà luglio - ottobre

Crescita: in gruppi

Descrizione:

Il cappello è inizialmente convesso, bianco, diventa imbutiforme con l'età, a volte si screpola, le placche sono discendenti, strette, bianche con una sfumatura bluastra-verdastra.

La gamba è densa, bianca, leggermente ristretta sotto e leggermente brunastra.

La polpa è bianca, densa, non piccante.

Buon fungo commestibile, usato salato (previa bollitura).

Ecologia e distribuzione:

Questo fungo dal gambo lungo e sottile cresce nelle foreste decidue e miste (con betulle, pioppi, querce), meno spesso nelle conifere (con abete rosso). Una parte significativa del ciclo di vita del corpo fruttifero avviene nel sottosuolo; solo i tubercoli sono visibili sulla superficie.

Annerimento podgruzdok (Russula nigricans).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: metà luglio - ottobre

Crescita: in gruppi

Descrizione:

Il cappello è compresso al centro, grigiastro in gioventù, poi brunastro, le placche sono rade, spesse, aderenti, giallastre, poi brunastre, poi quasi nere.

La polpa sul taglio diventa prima rossa, poi annerisce, l'odore è fruttato, il sapore è pungente.

La gamba è soda, prima chiara, poi diventa marrone e annerita.

Fungo condizionatamente commestibile. Usato salato dopo aver bollito per 20 minuti. Diventa nero durante la salatura.

Ecologia e distribuzione:

Cresce in boschi di conifere (con abete rosso), misti, latifoglie e latifoglie (con betulle, querce)

Valui (Russula foetens).

Famiglia: Russulaceae (Russulaceae)

Stagione: inizio luglio - ottobre

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi

Descrizione:

Il cappello dei giovani funghi è pressoché sferico, con un bordo pressato sul gambo, viscido. Il cappello è convesso, a volte prostrato e depresso al centro, tuberoso, con un bordo, secco o leggermente appiccicoso, di colore marrone. lontano da insetti e lumache, a volte screpolate.

Il gambo è gonfio o cilindrico, spesso ristretto verso la base, biancastro, giallastro, brunastro alla base. Sui piatti sono spesso visibili gocce di liquido trasparente e macchie marroni dopo l'essiccazione. I piatti sono rari, stretti, spesso biforcuti, aderente, giallastro Nei funghi giovani il gambo è solido, quindi acquisisce una struttura cellulare.

La polpa è densa, dura, bianca, poi giallastra, nei funghi maturi è friabile, con odore di aringa e sapore amaro, nei funghi maturi si forma una cavità interna arrugginita nel gambo.

Fungo condizionatamente commestibile; in Occidente è considerato immangiabile. Di solito vengono raccolti funghi giovani con un cappello non aperto con un diametro non superiore a 6 cm Le bucce vengono rimosse dal Valuev dopo l'immersione per 2-3 giorni e l'ebollizione per 20-25 minuti. salato, meno spesso in salamoia.

Ecologia e distribuzione:

Questo fungo dal gambo sottile con un cappello marrone forma la micorriza con alberi di conifere e latifoglie. Cresce nelle foreste decidue, miste (con betulle), meno spesso nelle conifere, ai margini del bosco, ai margini della foresta, nell'erba e sulla lettiera. Preferisce luoghi ombrosi e umidi. Comune nelle foreste dell'Eurasia e del Nord America, in Russia è più comune nella parte europea, nel Caucaso, nella Siberia occidentale e nell'Estremo Oriente.

messaggi recenti