Come coltivare i tartufi: condizioni per la coltivazione dei funghi e la corretta tecnologia di allevamento (con foto)

I tartufi sono funghi molto sani ed estremamente costosi. Il costo di un chilogrammo di questi corpi fruttiferi può raggiungere diverse migliaia di euro. Pertanto, se padroneggi la tecnologia corretta per la coltivazione dei tartufi e crei le condizioni ottimali per la coltivazione di questi funghi, puoi davvero arricchirti. È vero, il raccolto dovrà aspettare molto a lungo (fino a 7 anni). E per tutto questo tempo, l'area seminata con micelio non dovrebbe essere calpestata.

Tartufo (dal lat. Tuber) - si riferisce al genere dei funghi marsupiali. Il corpo fruttifero del fungo è tuberoso, carnoso, cresce sottoterra a una profondità di 10-20 cm Ci sono molte varietà di tartufi. Per lo più i tartufi crescono nelle foreste della Francia meridionale e dell'Italia settentrionale, ma si trovano anche in Russia, Bielorussia, Ucraina e Asia centrale.

Come coltivare i funghi al tartufo è descritto in questa pagina.

Che aspetto hanno i tartufi

Il tartufo è un saprofita. Forma micorriza con le radici di alberi come querce e faggi e si nutre di materia organica dal suolo. I corpi fruttiferi, di regola, sono di forma irregolarmente appiattita, rotonda o ovale. La superficie è fibrosa. Il colore di un tartufo dipende dalla sua tipologia. Nella sezione, i funghi possono assomigliare alle patate o avere un aspetto marmorizzato. Potrebbero esserci strisce con bordi incolori. Le borse sono a forma di sacco, con spore sferiche e spine smussate. Non tutti i tartufi sono commestibili. I più pregiati sono il tartufo nero francese, o Perigord, e il tartufo bianco piemontese. In Russia, c'è principalmente un tipo di tartufo: l'estate. Questi funghi vengono ricercati con l'aiuto di cani e maiali appositamente addestrati. A volte puoi trovare autonomamente i tartufi sotto il fogliame marcio - i moscerini si librano su di loro.

Il tartufo nero o invernale ha un corpo di frutta arrotondato e irregolare con una superficie irregolare di colore nero o grigio scuro. Le sue dimensioni vanno dalla noce alla mela di media grandezza. La polpa del corpo fruttifero è rossastra, dopo la maturazione diventa viola-nera. Questo fungo ha un aroma forte e un gusto delicato.

I funghi commestibili contengono sostanze inerenti sia alle piante che agli animali. Il loro numero e concentrazione non sono costanti e dipendono dalla stagione, dal tempo, dall'ecologia e da altre condizioni. In estate, con una mancanza di umidità, la concentrazione di sostanze animali nei funghi aumenta notevolmente e il fungo stesso diventa velenoso da questo.

Che aspetto hanno i tartufi sono mostrati in queste foto:

Come allevare correttamente i tartufi

Funghi come il tartufo nero possono essere coltivati ​​solo in boschi di querce, carpini, noci e faggi. È sulle radici di questi alberi che cresce questo fungo, formando con loro la micorriza. Possono essere utilizzati boschetti naturali o appositamente piantati. Un'altra condizione importante per la crescita di questo fungo è un clima caldo. Il tartufo non tollera gelate troppo intense in inverno e temperature elevate in estate. Ha bisogno di inverni miti ed estati fresche e umide. La coltivazione del tartufo è possibile solo in terreni calcarei. Inoltre, il terreno deve essere ben drenato e ricco di sostanze nutritive.

La coltivazione artificiale del tartufo si riduce all'insediamento di piantagioni e all'aggiunta di terreno dalle aree di habitat naturale dei funghi al suolo.

Prima di coltivare i tartufi, è molto importante scegliere il posto giusto per gli alberi, sulle cui radici cresceranno i funghi. Deve essere protetto da tutti gli eventi meteorologici estremi, protetto da altre piante e animali. Il terreno deve essere liberato da arbusti e altri funghi. Il sito dovrebbe essere situato a una certa distanza da altri alberi che possono influenzare la crescita e lo sviluppo dei tartufi. Il terreno dovrebbe essere testato per il pH.Per fare questo, metti un campione di terreno in un piccolo contenitore e versaci un po 'di aceto bianco. Se la miscela sfrigola leggermente, il terreno non è adatto per i tartufi: il livello alcalino deve essere aumentato. Per fare questo, la calce dovrebbe essere aggiunta gradualmente al terreno. Quindi devi piantare diversi alberi: quercia, nocciolo, faggio, carpino.

Per allevare correttamente i tartufi, il micelio deve essere introdotto insieme al terreno prelevato dagli habitat naturali dei funghi. Per fare questo, devi scavare il micelio a una profondità di 10-15 cm e posizionarlo vicino agli alberi. Puoi anche rompere il corpo del frutto maturo del fungo in più pezzi e metterlo vicino alle radici delle piantine. Alcune aziende ora vendono piantine di noci con spore di tartufo già innestate. Quando si piantano tali alberi, non è necessaria ulteriore terra dall'habitat. Il trapianto di micelio dovrebbe essere effettuato a fine estate o all'inizio dell'autunno.

Una condizione importante per la coltivazione del tartufo è l'abbondante e regolare annaffiatura della piantagione in estate con acqua calda. Devi anche assicurarti che nessuno lo calpesti. Il raccolto appare 5-7 anni dopo aver piantato le piantine. La fruttificazione dura 25-30 anni. I corpi fruttiferi si trovano solitamente nel terreno in nidi di 3-7 pezzi ciascuno. Quando i tartufi maturano, il terreno sopra di loro si alza leggermente e l'erba vicino al nido si secca. Questi segni servono come l'inizio del raccolto. Tipicamente, i tartufi maturano in autunno e vengono raccolti fino all'inverno. Ogni fungo deve essere avvolto in pergamena e posto nel riso secco in modo che l'umidità sia trattenuta nei funghi. Inoltre, non dovrebbero essere completamente ripuliti dalla terra. Il terreno protegge i funghi dalla perdita del gusto e dai microrganismi. Conserva i funghi in frigorifero.

messaggi recenti