Come lavorare i porcini dopo la raccolta: cosa fare con i funghi dopo la raccolta

Sicuramente ognuno di noi almeno una volta nella vita si è imbattuto in funghi come i porcini. Questi bei corpi fruttiferi con un caratteristico film oleoso marrone sui cappelli possono affascinare qualsiasi fan della "caccia tranquilla". Molti raccoglitori di funghi esperti concordano sul fatto che raccogliere il burro nella foresta è un vero piacere. Dopotutto, è noto che questi sono rappresentanti molto amichevoli del "regno" dei funghi e non amano affatto crescere da soli. Quindi accanto a un oliatore puoi sicuramente trovare i suoi "fratelli".

I burri hanno un gusto eccellente, essendo alla pari dei funghi porcini. Inoltre, si prestano bene a qualsiasi processo di lavorazione che si possa immaginare con i funghi di bosco: frittura, decapaggio, salatura, essiccazione e persino congelamento. Non sorprende che raccoglitori di funghi inesperti inizino la loro "carriera" con la raccolta del burro.

La stagione della raccolta dell'olio: il momento migliore per una "caccia tranquilla" (con video)

Il tempo di raccolta per l'olio di burro dipende dal clima di una particolare area. Quindi, a volte capita che i primi funghi possano apparire all'inizio della primavera - nel mese di aprile. Dopotutto, tutto ciò di cui hanno bisogno per una crescita fruttuosa è luce, calore e umidità. Tuttavia, tradizionalmente, la stagione per la raccolta dei porcini inizia tra la fine di maggio e l'inizio di giugno e dura fino al tardo autunno. Devo dire che dopo forti piogge, l'oliatore cresce molto rapidamente: in sole 10-15 ore, un bordo della foresta inondato di luce solare può essere riempito con un'intera famiglia di corpi fruttiferi. Certo, settembre è considerato il momento più favorevole per la raccolta dei funghi. È degno di nota, ma il porcino è molto resistente alle temperature estreme dell'aria notturna e diurna.

È importante non perdere l'ora della raccolta, poiché i porcini sono una prelibatezza preferita dai vermi. Pertanto, è meglio "cacciare" i giovani funghi, che non hanno ancora avuto il tempo di essere scelti dagli insetti. Di seguito è riportato un video della raccolta del burro, che dimostra chiaramente quando, dove e come farlo correttamente:

Regole per la lavorazione dell'olio dopo il raccolto

Prima di imparare come elaborare i porcini dopo la raccolta, devi familiarizzare con diverse regole importanti. Innanzitutto ogni fungo del bosco va tagliato con un coltello affilato, perché estraendolo con le mani rischiamo di danneggiare il micelio. Ciò porterà al fatto che il prossimo anno in questo posto semplicemente non troverai un solo fungo. In secondo luogo, dopo aver tagliato il corpo fruttifero verminoso, non gettarlo via, ma piantalo sul ramo più vicino con il cappello rivolto verso il basso. Sarai sorpreso di venire in questo posto la prossima volta: ti aspetta un nuovo raccolto. In terzo luogo, raccogli petrolio solo in luoghi provati, lontano dalle strade e dalle imprese industriali. Questo ti proteggerà dall'avvelenamento, perché questi funghi assorbono bene i composti chimici nocivi dall'aria.

Quindi, come lavorare i funghi porcini dopo la raccolta? È interessante notare che i raccoglitori di funghi esperti consigliano di iniziare questo processo nella foresta. C'è sempre molta sporcizia e detriti sui cappucci oleosi di questi corpi fruttiferi. E se sbucci con cura questo film con un coltello mentre sei ancora nella foresta, semplificherai notevolmente il tuo compito quando tornerai a casa.

Tuttavia, se per qualche motivo non sei stato in grado di iniziare a lavorare l'olio nella foresta, dopo essere tornato a casa, non ritardare questo processo. Dove, quindi, dovresti iniziare a lavorare l'olio di burro dopo la raccolta? La prima cosa da fare è stendere un giornale o un panno sul pavimento. Versare sopra tutto il raccolto raccolto e ordinarlo in base alle dimensioni. Quindi puoi iniziare il processo che richiede tempo per pulire la sottile pellicola scivolosa che ti sporca le mani. Va detto che i guanti di gomma sono consigliati per questo processo per aiutarti a mantenere le mani il più pulite possibile.

La lavorazione primaria dell'olio dopo la raccolta dovrebbe essere asciutta: non possono essere immersi in acqua, a differenza di altri funghi. Puoi prendere una spugna asciutta e strofinare accuratamente ogni cappello di funghi. Ma è meglio farlo con un coltello: raschia via tutto lo sporco visibile, rimuovi la pellicola oleosa, ritaglia i punti marci e rimuovi i resti del micelio dalla gamba. Solo allora i funghi possono essere messi in acqua per 20 minuti per rimuovere lo sporco rimanente. Il trattamento con acqua bollente è considerato un modo molto efficace per eliminare l'olio dai detriti bloccati. Mettere i corpi di frutta sbucciati in un contenitore profondo, sciacquare con acqua calda e lasciare agire per qualche minuto.

La fase successiva della lavorazione sarà il taglio dei funghi al burro. Gli esemplari piccoli possono essere lasciati intatti, mentre quelli grandi possono essere tagliati a pezzi. Alla fine i funghi vanno lessati in acqua con l'aggiunta di sale e acido citrico. Questo processo è obbligatorio e dovrebbe durare in media 25 minuti.

Ma non importa quanto attentamente raccogli il raccolto della foresta, incontrerai comunque funghi con vermi. Cosa fare con l'olio vermifugo dopo il raccolto? Non è necessario gettarli via: pulire e mettere in acqua salata per 3 ore, poi i vermi galleggeranno e le larve affonderanno sul fondo. Quindi sciacqua i funghi con l'acqua del rubinetto e usali come meglio credi. Devo dire che questi funghi sono perfetti per friggere e congelare.

Quanto olio può essere conservato dopo il raccolto

I porcini possono essere conservati dopo la raccolta e quanto tempo è consentito per questo? È importante ricordare che i funghi freschi hanno una breve durata. Puoi metterli in frigorifero per diverse ore. Tuttavia, i porcini freschi vengono conservati per non più di un giorno, altrimenti inizierà la produzione di tossine, che possono causare gravi avvelenamenti se mangiati. E quanto olio può essere conservato dopo la raccolta e un adeguato trattamento termico? In questo caso, la durata di conservazione aumenta in modo significativo. I funghi preparati, a seconda dell'ulteriore lavorazione che hai preparato per loro, possono essere conservati per tutto l'inverno. Il decapaggio o il congelamento sono considerati ideali per la conservazione a lungo termine.

Quindi, cosa fare con i porcini dopo la raccolta, dopo aver completato con successo la fase preparatoria? In questa situazione, sarebbe saggio fare appello al tuo gusto e alla tua immaginazione. Sulla base di ciò, sentiti libero di intraprendere il processo di elaborazione desiderato.

messaggi recenti