Funghi porcini: benefici e rischi per il corpo umano, c'è davvero un effetto

Ci sono leggende tra la gente sulle proprietà miracolose di molti doni della foresta. Secondo gli scienziati, i benefici dei funghi porcini sono notevolmente esagerati, sebbene abbiano un certo valore nutritivo. I benefici e i danni del fungo porcino vengono discussi principalmente alla luce delle recenti segnalazioni di mutazioni tra i rappresentanti del regno dei funghi sotterranei della foresta. Ora, sullo sfondo degli alti e bassi con il tempo, molte specie commestibili ferite sono pericolose e velenose. Tuttavia, i benefici dei funghi porcini per il corpo umano esistono e risiedono nella saturazione della sua polpa con proteine ​​vegetali leggere e ben assorbite. Inoltre, la struttura dei porcini contiene una grande quantità di vitamine, amminoacidi e minerali. Puoi leggere i benefici ei rischi dei funghi porcini per il corpo di una persona moderna in questa pagina: il materiale contiene argomenti a favore e contro il loro uso in grandi quantità.

Ci sono benefici per la salute dei funghi porcini?

Nonostante i funghi aggiungano varietà al nostro menu, aumentando il gusto di altri piatti, il loro valore nutritivo è basso: sono scarsamente assorbiti a causa della grande quantità di fibra contenente chitina, che non viene digerita da sola, e ne rende difficile il enzimi per accedere ai nutrienti contenuti nel guscio chitinoso.

Se c'è qualche beneficio nei funghi porcini dipende dalla quantità di componenti azotati che vengono assorbiti. L'alto contenuto di sostanze estrattive e aromatiche nei funghi migliora la secrezione dei succhi digestivi, stimolando la funzione secretoria delle ghiandole gastriche, i decotti di funghi causano un grande effetto sokogonny. Questo è il motivo per cui i piatti a base di funghi non vengono utilizzati nella nutrizione medica. Per le persone che soffrono di malattie gastrointestinali acute e croniche, tra cui pancreas, ulcera peptica, gastrite, malattie renali ed epatiche (colecistite, epatite, insufficienza renale), disturbi metabolici, i funghi sono controindicati, non possono essere mangiati.

Non è consigliabile utilizzare il brodo di funghi per le persone che soffrono di ipertensione, a causa della grande quantità di sostanze estrattive in esso contenute. Ma i brodi di funghi (senza funghi) sono consentiti dai medici in caso di achilia (assenza di acido cloridrico nel succo gastrico), se non c'è infiammazione nello stomaco. Puoi mangiare funghi e zuppe di funghi per i pazienti con diabete mellito. I piatti a base di funghi (bolliti e fritti) devono essere consumati solo freschi. Dopo essere rimasti in piedi per circa 1-2 giorni, diventano insipidi e persino malsani. I funghi sono cibo per persone sane. Ma va ricordato che una quantità eccessiva di funghi mangiati in persone sane può interrompere l'attività dello stomaco e dell'intestino. E se i funghi erano vecchi o mal lavorati, anche se non sono velenosi, spesso causano avvelenamento.

I funghi porcini sono i più sani. I benefici per la salute dei funghi porcini: hanno più proteine ​​di altri funghi di bosco, ma il contenuto di vitamina PP in essi è 2 volte inferiore rispetto ai funghi e la vitamina B2 è inferiore rispetto ai funghi pioppi.

I funghi sono utili per la prevenzione del diabete.

Hanno un indice glicemico molto basso - 10. Ciò significa che i funghi non aumentano drasticamente i livelli di glucosio nel sangue e non sovraccaricano il pancreas. I funghi ti aiutano a perdere peso. Perché hanno poche calorie - 17-25 kcal per 100 g e i funghi richiedono molto tempo per essere digeriti, per questo creano una sensazione di sazietà per lungo tempo. Non dovresti mangiare funghi a colazione. Poiché sono alimenti piuttosto pesanti, sono difficili da digerire. Inoltre, i funghi contengono molto triptofano, che ha un effetto ipnotico. I funghi sono più sani da mangiare a pranzo oa cena. I funghi migliorano il funzionamento del sistema nervoso.I funghi contengono vitamine del gruppo B, essenziali per un normale sistema nervoso. Il consumo di funghi assottiglia il sangue, abbassa il colesterolo, attiva i linfociti e aumenta la produzione del sistema immunitario di interferone alfa, fattore di necrosi tumorale (TNF) e interleuchine-1 e interleuchine-2. Queste sostanze aiutano il corpo a combattere i tumori cancerosi.

Funghi porcini secchi: benefici e rischi

I benefici e i rischi dei funghi porcini secchi sono attualmente oggetto di discussione attiva. C'è un'opinione secondo cui consentono la prevenzione dell'oncologia. Mangia regolarmente funghi con verdure per prevenire il cancro e rafforzare il tuo sistema immunitario. L'unica cosa, non basta mangiare un fungo crudo o addirittura fritto - è necessario "estrarre" le sostanze necessarie per la prevenzione o il trattamento - i polisaccaridi dei funghi. Per fare questo, devi cucinare zuppe di funghi e mangiare brodi di funghi. In questo caso, i polisaccaridi del muro del fungo - la chitina - potranno entrare nel brodo e lavorare per la nostra immunità.

Studi di scienziati australiani hanno dimostrato che il rischio di cancro al seno nelle donne è ridotto del 64% per coloro che mangiano 10 g di funghi al giorno.

Non c'è bisogno di cercare grandi rarità oltreoceano, il nostro fungo porcino ha un effetto deprimente sui tumori maligni, in particolare l'abete rosso. Ciò è già stato confermato sperimentalmente. Il vantaggio dei funghi porcini secchi è che la loro polvere conserva quasi tutte le sue proprietà curative. È utile prendere 1 cucchiaino. polvere, lavata con acqua, 3 volte al giorno 30-40 minuti prima dei pasti. La tintura di cappelli freschi (riempire un barattolo pieno di vodka fino in cima, insistere per 3 settimane) può essere bevuta 1 cucchiaino. 3-4 volte al giorno prima dei pasti in corsi di 3 settimane, una pausa di 7 giorni. Per via topica, puoi curare il cancro della pelle, il congelamento, le ustioni.

Proprietà medicinali generali dei funghi porcini:

  • effetto antitumorale attraverso il potenziamento del meccanismo di resistenza antitumorale del corpo;
  • attivazione mirata di vari elementi immunitari esecutivi;
  • un aumento dell'attività delle cellule NK, un aumento della formazione di linfociti T citotossici (CTL), attivazione dei macrofagi; aumentare il loro ciclo di vita;
  • potenziamento di varie linfochine (interleuchina 1,2 e 6);
  • un aumento della sintesi di a-TNF (fattore di necrosi tumorale);
  • un aumento della produzione di interferone-a e un miglioramento dell'effetto dell'interferone-y di 2-4 volte;
  • aumento della produzione di perforine e granzime;
  • ripristino della ridotta reattività immunologica, che è sempre osservata con radiazioni e chemioterapia;
  • contrastare gli effetti depressivi dei citostatici sul numero di globuli bianchi e rossi;
  • con chemioterapia e radioterapia, sollievo da sintomi quali debolezza, anoressia, vomito, secchezza delle fauci, sudorazione spontanea e dolore;
  • immunomodulazione;
  • effetto analgesico;
  • proprietà antinfiammatorie;
  • effetto epatoprotettivo: miglioramento dello stato funzionale del fegato, riduzione dell'enzimopatia.

messaggi recenti