Funghi a forma di uovo: foto e descrizione di corpi fruttiferi bianchi e altri a forma di uovo

I funghi a forma di fantasia includono corpi fruttiferi che sembrano uova. Possono essere sia commestibili che velenosi. I funghi ovati si trovano in un'ampia varietà di foreste, ma il più delle volte preferiscono terreni sciolti, spesso formano micorrize con conifere e latifoglie di vario tipo. In questa pagina vengono presentate le caratteristiche dei funghi a forma di uovo più comuni.

Funghi sterco a forma di uovo

Scarabeo stercorario grigio (Coprinus atramentarius).

Famiglia: Scarabei stercorari (Coprinaceae).

Stagione: fine giugno - fine ottobre.

Crescita: in grandi gruppi.

Descrizione:

Il cappello di un giovane fungo è ovoidale, quindi ampiamente a forma di campana.

La polpa è chiara, si scurisce rapidamente, ha un sapore dolciastro. La superficie del cappello è grigia o bruno-grigiastra, più scura al centro, con piccole squame scure. L'anello è bianco, scompare rapidamente. Il bordo del cappello è screpolato .

Fusto bianco, leggermente brunastro alla base, liscio, cavo, spesso fortemente ricurvo I piatti sono sciolti, larghi, frequenti; i funghi giovani hanno funghi bianchi, diventano neri verso la vecchiaia, quindi autolizzano (si dissolvono in un liquido nero) insieme al cappello.

Fungo condizionatamente commestibile. È commestibile solo in giovane età dopo l'ebollizione preliminare. Bere con bevande alcoliche provoca avvelenamento.

Ecologia e distribuzione:

Cresce su suoli ricchi di humus, in campi, orti, discariche, vicino a cumuli di letame e compost, nei boschi nelle radure, vicino a tronchi e ceppi di latifoglie.

Scarabeo stercorario bianco (Coprinus comatus).

Famiglia: Scarabei stercorari (Coprinaceae).

Stagione: metà agosto - metà ottobre.

Crescita: in grandi gruppi.

Descrizione:

La polpa è bianca, morbida, con un tubercolo marrone sulla sommità del cappello.

Il gambo è bianco, con una lucentezza setosa, cavo.Nei funghi vecchi, i piatti e il cappello sono autolizzati.

Il cappello di un giovane fungo è ovato allungato, quindi a forma di campana stretta, biancastro o brunastro, coperto di scaglie fibrose. Con l'età, le placche iniziano a diventare rosa sotto Le placche sono sciolte, larghe, frequenti, bianche.

Il fungo è commestibile solo in giovane età (fino a quando i piatti non si scuriscono). Deve essere elaborato il giorno del ritiro; si consiglia di pre-bollire. Non va mescolato con altri funghi.

Ecologia e distribuzione:

Cresce su terreni sciolti ricchi di fertilizzanti organici, in pascoli, orti, frutteti e parchi.

Sterco tremolante (Coprinus micaceus).

Famiglia: Scarabei stercorari (Coprinaceae).

Stagione: fine maggio - fine ottobre.

Crescita: in gruppi o aggregati.

Descrizione:

La buccia è di colore giallo-bruno, nei funghi giovani è ricoperta da piccolissime squame granulari, formate da un sottile comune Le placche sono sottili, frequenti, larghe, aderenti; il colore è inizialmente biancastro, poi diventa nero e sfocato.

La polpa in giovane età è bianca, di sapore acidulo.

La gamba è biancastra, vuota, fragile; la sua superficie è liscia o leggermente setosa, talvolta il bordo del cappello è strappato.

Il cappuccio è a forma di campana o ovoidale con una superficie scanalata.

Fungo condizionatamente commestibile. Solitamente non raccolto a causa delle piccole dimensioni e della rapida autolisi dei tappi. Usato fresco.

Ecologia e distribuzione:

Cresce sia nei boschi, sul legno delle latifoglie, sia nei parchi cittadini, nei cortili, sui ceppi o sulle radici di alberi vecchi e danneggiati.

I funghi sterco simili a uova sono mostrati in queste foto:

Fungo Veselka o maledetto uovo (della strega)

Comune di Veselka (Phallus impudicus) o uovo del diavolo (strega).

Famiglia: Veselkovye (Phallaceae).

Stagione: Maggio - ottobre.

Crescita: singolarmente e in gruppo

Descrizione del fungo Veselka (maledetto uovo):

Residui del guscio d'uovo. Il cappello maturo è a forma di campana, con un foro nella parte superiore, ricoperto di melma olivastra scura con odore di caduta. La velocità di crescita dopo la maturazione dell'uovo raggiunge i 5 mm al minuto. Quando lo strato portante le spore viene mangiato dagli insetti, il berretto diventa un batuffolo di cotone con cellule ben visibili.

Il fusto è spugnoso, cavo, con pareti sottili.

Il corpo del frutto giovane è semi-sotterraneo, ovale-sferico o ovato, 3-5 cm di diametro, biancastro.

I giovani corpi fruttiferi, sbucciati dal guscio d'uovo e fritti, sono usati per il cibo.

Ecologia e distribuzione del fungo Veselka (uovo di strega):

Cresce più spesso nelle foreste decidue, preferisce terreni ricchi di humus. Le spore vengono diffuse dagli insetti attratti dall'odore del fungo.

Altri funghi che sembrano uova

Mutinus canino (Mutinus caninus).

Famiglia: Veselkovye (Phallaceae).

Stagione: fine giugno - settembre.

Crescita: singolarmente e in gruppo.

Descrizione:

La polpa è porosa, molto tenera. La piccola punta tuberosa della "gamba" a maturità è ricoperta da muco spore bruno-olivastro con odore di caduta. Quando gli insetti rosicchiano il muco, la parte superiore del corpo del frutto diventa arancione e quindi l'intero corpo del frutto inizia a decomporsi rapidamente.

La "gamba" è cava, spugnosa, giallastra, il corpo del frutto giovane è ovoidale, di 2-3 cm di diametro, leggero, con un processo di radice.

La pelle dell'uovo rimane una vagina alla base della "gamba".

Questo fungo simile a un uovo è considerato non commestibile. Secondo alcuni rapporti, i giovani corpi fruttiferi nel guscio d'uovo possono essere mangiati.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di conifere, di solito vicino a legno morto marcio e ceppi, a volte su segatura e legno marcio.

Cistoderma squamoso (Cystoderma carcharias).

Famiglia: Champignon (Agaricaceae).

Stagione: metà agosto - novembre.

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi.

Descrizione:

Il cappello dei funghi giovani è conico o ovoidale. Il cappello dei funghi maturi è piatto-convesso o prostrato. Le placche sono frequenti, sottili, aderenti, con placche intermedie, biancastre. La buccia è secca, rosata. L'anello è a forma di imbuto , rosa-grigio.

La gamba è leggermente ispessita verso la base, squamosa granulosa, dello stesso colore del cappello.

La carne è fragile, rosa pallido o bianca, con un odore legnoso o terroso.

Il fungo è considerato commestibile condizionatamente, ma il suo gusto è basso. Non è praticamente usato per il cibo.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di conifere e miste (con pini), su terreni calcarei, nel muschio, su lettiera. Nelle foreste decidue è estremamente raro.

Fungo Cesare (Amanita caesarea).

Famiglia: Amanitaceae (Amanitaceae).

Stagione: Giugno - ottobre.

Crescita: singolarmente.

Descrizione:

Il cappello dei funghi giovani è ovoidale o emisferico. Il cappello dei funghi maturi è convesso o piatto, con un bordo scanalato. Nella fase "uovo", il fungo Caesar può essere confuso con il fungo velenoso chiaro, dal quale differisce per sezione: la pelle gialla del cappello e una coperta generale molto spessa.

La buccia è di colore arancio-dorato o rosso vivo, secca, generalmente senza residui di velo. La volva è bianca all'esterno, la superficie interna può essere giallastra. La volva è sciolta, sacculare, larga fino a 6 cm, fino a 4 -5 mm di spessore.

La polpa del cappello è carnosa, di colore giallo chiaro sotto la pelle. I piatti sono di colore giallo dorato, sciolti, frequenti, larghi al centro, i bordi sono leggermente sfrangiati. La carne della gamba è bianca, senza odore e sapore caratteristici.

Fin dall'antichità è considerata una delle migliori prelibatezze. I funghi maturi possono essere lessati, al forno su una gratella o fritti; il fungo è adatto anche per l'essiccazione e il sottaceto. I funghi giovani ricoperti di volva ininterrotta vengono utilizzati crudi nelle insalate.

Ecologia e distribuzione:

Forma micorriza con faggio, quercia, castagno e altre specie di alberi duri. Cresce su terreno in boschi di latifoglie, occasionalmente conifere, predilige terreni sabbiosi, luoghi caldi e asciutti. Distribuito nelle regioni subtropicali del Mediterraneo.Nei paesi dell'ex Unione Sovietica, si trova nelle regioni occidentali della Georgia, in Azerbaigian, nel Caucaso settentrionale, in Crimea e in Transcarpazia. Per la fruttificazione è necessario un clima caldo stabile (almeno 20 ° C) per 15-20 giorni.

Specie simili.

Il fungo Caesar differisce dall'agarico di mosca rossa (i resti della coperta dal cui cappuccio vengono talvolta lavati via) per il colore giallo degli anelli e delle piastre (nell'agarico di mosca sono bianchi).

Amanita phalloides.

Famiglia: Amanitaceae (Amanitaceae).

Stagione: inizio agosto - metà ottobre.

Crescita: singolarmente e in gruppo.

Descrizione:

Il cappello è olivastro, verdastro o grigiastro, da emisferico a piatto, con bordo liscio e superficie fibrosa, le placche sono bianche, morbide, libere.

La zampa è del colore del cappello o biancastra, spesso ricoperta da un motivo moiré. La volva è ben definita, libera, lobata, bianca, larga 3-5 cm, spesso per metà sommersa nel terreno. L'anello è dapprima largo. , frangiato, esternamente rigato, spesso scompare con l'età, sulla pelle del cappello sono generalmente assenti i resti del velo Il corpo fruttifero in giovane età è ovoidale, completamente ricoperto da una pellicola.

La polpa è bianca, carnosa, non cambia colore se danneggiata, di sapore e odore lieve, ispessimento alla base della coscia.

Uno dei funghi velenosi più pericolosi. Contiene polipeptidi tossici biciclici che non vengono distrutti dal trattamento termico e provocano degenerazione grassa e necrosi epatica. La dose letale per un adulto è di 30 g di un fungo (un tappo); per un bambino - un quarto di cappello. Non solo i corpi fruttiferi sono velenosi, ma anche le spore, quindi, altri funghi e bacche non dovrebbero essere raccolti vicino al pallido fungo velenoso. Il pericolo particolare del fungo è che i segni di avvelenamento non compaiono per molto tempo. Nel periodo da 6 a 48 ore dopo il consumo compaiono vomito indomabile, coliche intestinali, dolori muscolari, sete inestinguibile, diarrea simile al colera (spesso con sangue). Sono possibili ittero e ingrossamento del fegato. Il polso è debole, la pressione sanguigna è bassa, si osserva perdita di coscienza. Non ci sono trattamenti efficaci dopo la comparsa dei sintomi. Il terzo giorno inizia un "periodo di falso benessere", che normalmente dura da due a quattro giorni. In effetti, in questo momento, la distruzione del fegato e dei reni continua. La morte di solito avviene entro 10 giorni dall'avvelenamento.

Ecologia e distribuzione:

Forma micorriza con varie specie decidue (quercia, faggio, nocciolo), predilige terreni fertili, boschi di latifoglie leggere e misti.

Fungo di bosco (Agaricus silvaticus).

Famiglia: Champignon (Agaricaceae).

Stagione: fine giugno - metà ottobre.

Crescita: in gruppi.

Descrizione:

Le placche sono prima bianche, poi marrone scuro, ristrette verso le estremità, la polpa è bianca, arrossandosi quando si spezza.

Il cappello è ovato-campanulato, piatto diffuso a maturità, bruno-bruno, con scaglie scure.

Il gambo è cilindrico, spesso leggermente gonfio verso la base, l'anello bianco e velato del fungo, simile a un uovo, spesso scompare a maturità.

Deliziosi funghi commestibili. Usato fresco e in salamoia.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste di conifere (abete rosso) e miste (con abete rosso), spesso vicino o su formiche. Appare abbondantemente dopo le piogge.

Rosso cinabro (Calostoma cinnabarina).

Famiglia: Falsi impermeabili (Sclerodermataceae).

Stagione: la fine dell'estate è l'autunno.

Crescita: singolarmente e in gruppo.

Descrizione:

Il falso peduncolo è poroso, circondato da una membrana gelatinosa.

Il guscio esterno del corpo fruttifero si spezza e si stacca, con la maturazione il fusto si allunga sollevando il frutto n sopra il substrato.

Il corpo del frutto è rotondo, ovoidale o tuberoso, nei funghi giovani dal rosso al rosso-arancio, racchiuso in un guscio a tre strati.

Immangiabile.

Ecologia e distribuzione:

Cresce sul suolo, nelle foreste decidue e miste, ai margini dei boschi, lungo i bordi delle strade e dei sentieri. Predilige terreni sabbiosi e argillosi.Comune in Nord America; in Russia, si trova raramente nel sud del territorio di Primorsky.

Pulcinella di mare verrucosa (Scleroderma verrucosum).

Famiglia: Falsi impermeabili (Sclerodermataceae).

Stagione: Agosto - ottobre.

Crescita: singolarmente e in gruppo.

Descrizione:

Il corpo del frutto è tuberoso o reniforme, spesso appiattito nella parte superiore, la buccia è sottile, carnosa, biancastra, poi giallo ocra con squame o verruche brunastre.

A maturità, la polpa diventa flaccida, grigio-nera, acquisendo una struttura polverosa, escrescenza radicale di larghe ciocche miceliali piatte.

Il falso peduncolo è spesso allungato.

Fungo debolmente velenoso. In grandi quantità, provoca avvelenamento, accompagnato da vertigini, crampi allo stomaco, vomito.

Ecologia e distribuzione: Cresce su terreni sabbiosi asciutti in foreste, giardini e parchi, nelle radure, spesso sui bordi delle strade, sui bordi dei fossati, lungo i sentieri.

Testa sacculare (Calvatia utriformis).

Famiglia: Champignon (Agaricaceae).

Stagione: fine maggio - metà settembre.

Crescita: singolarmente e in piccoli gruppi.

Descrizione:

Il corpo fruttifero è sostanzialmente ovato, sacculare, appiattito dall'alto, con una base a forma di falso fusto, il guscio esterno è spesso, lanoso, dapprima bianco, poi ingiallisce e vira al bruno.

La polpa è inizialmente bianca, poi diventa verdastra e marrone scuro.

Il fungo maturo si spezza, si rompe in alto e si disintegra.

I funghi giovani con polpa bianca sono commestibili. Si consuma bollito ed essiccato. Ha un effetto emostatico.

Ecologia e distribuzione:

Cresce nelle foreste decidue e miste, ai margini e nelle radure dei boschi, nei prati, nei pascoli, nei pascoli, sui seminativi.

messaggi recenti