Come asciugare i funghi a casa e cosa cucinare con i funghi secchi

Il modo più semplice ed economico per lavorare i funghi è l'essiccazione. A casa, non è affatto difficile implementarlo, devi solo ricordare alcune semplici regole. I funghi secchi per la successiva preparazione di piatti deliziosi vengono conservati per un tempo piuttosto lungo, mentre il loro gusto e le loro qualità nutrizionali non vengono praticamente persi.

Non è consigliabile asciugare i funghi a casa, che hanno un sapore amaro: funghi di latte, valui, lattai, volnushki. Solo i prodotti forestali forti, freschi e non vermi sono adatti alla lavorazione.

In questa pagina imparerai come preparare i funghi per l'essiccazione, cosa fare con i funghi secchi e quanto puoi conservare. Riceverai anche consigli su come essiccare correttamente i funghi a casa.

Preparare i funghi per l'essiccazione domestica

Prima di asciugare i funghi, non è consigliabile lavarli. Per prima cosa, i funghi devono essere puliti dai detriti e asciugati con un panno umido. Quelli grandi dovrebbero essere tagliati in più parti, tagliare la gamba dal cappuccio. Quelli piccoli vengono solitamente essiccati interi. Per evitare la contaminazione, è meglio asciugare i funghi su un dispositivo speciale: una rete, una griglia, infilata su ferri da maglia o filo. Oggigiorno gli essiccatori elettrici stanno diventando sempre più comuni, molto convenienti per la preparazione dei prodotti.

Come asciugare correttamente i funghi a casa

L'essiccazione dei funghi è meglio farlo al sole. Quando sono completamente asciutti e ventilati, devono essere riposti in un sacchetto di stoffa o in un piatto speciale. Non è consigliabile asciugare i funghi in cucina, poiché possono essere rovinati da odori estranei, a volte molto forti.

È necessario asciugare i funghi al sole con tempo soleggiato e secco, e solo dopo metterli su una teglia attraverso un setaccio fine, asciugare le particelle grandi rimanenti e macinare di nuovo, perché la sua digeribilità dipende direttamente dalle dimensioni della polvere particelle.

Cosa cucinare con i funghi secchi: polvere di funghi

I funghi secchi sono spesso usati per fare la polvere di funghi. Si ricava da quei frutti che, essiccati, hanno un forte aroma e un gusto gradevole. Molto spesso si tratta di funghi porcini. Puoi prendere diversi tipi contemporaneamente. Sono macinati in un macinapepe o in un macinacaffè, o semplicemente macinati in un mortaio di metallo o porcellana. Successivamente, la polvere di funghi deve essere setacciata.

In cucina, una tale polvere è adatta per preparare purea di funghi leggeri, come condimento per borscht, zuppe, salse, pesce, carne e verdure. Prima di utilizzare la polvere di funghi, viene diluita con una piccola quantità di acqua tiepida e lasciata gonfiare per 30 minuti, quindi la massa risultante viene aggiunta al piatto e cotta per circa 15 minuti.

Cosa fare con i funghi secchi: preparare l'estratto

Se non sai cos'altro si può preparare con i funghi secchi, ti consigliamo di fare un estratto di funghi. Ha un gradevole gusto e profumo di fungo; viene utilizzato come additivo aromatizzante per piatti di pesce e carne, zuppe, sughi e salse. Per ottenerlo sono adatti funghi che non hanno un sapore amaro, ma con un forte aroma: funghi prataioli, funghi miele, funghi ostrica, funghi, funghi pioppi, funghi porcini. I funghi devono essere accuratamente lavati e pelati, quindi tagliati e tritati. Questa massa viene fatta bollire nel suo stesso succo per circa 30 minuti a fuoco basso, il succo di funghi viene filtrato attraverso una garza sterilizzata. Quindi la massa di funghi viene nuovamente messa in una casseruola, combinata con una piccola quantità di acqua e ancora una volta digerita in modo che finalmente esca tutto il succo, che deve essere nuovamente drenato.

Il succo di funghi così raccolto viene salato e fatto bollire a fuoco basso in un'ampia casseruola senza coperchio fino a quando un po 'd'acqua scompare e il brodo si addensa come uno sciroppo.Mentre l'estratto è caldo, viene versato in piccoli barattoli sterilizzati, ben chiusi e raffreddati rapidamente. In questo stato può essere conservato per circa 2-3 anni. L'estratto deve essere diluito con acqua prima dell'uso.

messaggi recenti